Lo statuto

Filanda_mini

 

 

 

 

S T A TUTO


Art. 1) E'costituita un'Associazione denorminata "COMITATO DI QUARTIERE DELLA FILANDA".

Art. 2) L'Associazione è autonoma e apolitica, agisce in piena libertà di principio e scelte operative, non ha fine di lucro ed ha lo scopo di promuovere e gestire attività Culturali, ricreative e sportive aperte a tutti nonché qualsiasi iniziativa di interesse collettivo del quartiere.

Art. 3) L'Associazione ha sede presso l'abitazione del Presidente in carica.

Art.4) La durata dell'Associazione è illimitata e potrà essere sciolta in qualsiasi momento con deliberazione dell'Assermblea. In caso di scioglimento l'Assemblea delibera sulla destinazlone del patrimonio sociale.

Art. 5) Il Comitato di quartiere comprende le seguenti vie: largo L. Mazzocco, Via Valloscura, via Don Paolo Mistrorigo, via Bonifacio Biolo, via Fante d'Italia e via Emilio Cecchin .

Qualsiasi variazione della suddetta delimitazione puo essere apportata dal Consiglio a maggioranza relativa dei presenti senza dover modificare il presente Statuto.

Art . 6) Possono far parte dell' associazione tutti gli abitanti del quartiere che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età .

Art. 7) L'Associazione è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da un minimo di 9 (nove) ad un massimo

di 19(diciannove) membri eletti dall'assemblea fra gli Associati.

Art. 8) Il Consiglio elegge nel suo seno il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario, il Tesoriere e fissa per altri quattro Consiglieri le responsabilità in ordine all'attività svolta dall'Associazione per il conseguimento doi proprifini. Il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario, il Tesoriere e gli altri quattro Consiglieri, costituiscono

il Direttivo dell'associazione.

Art. 9) Sia i componenti il Consiglio di Amministrazione che i componenti il Direttivo duranno in carica tre anni e sono rieleggibili.

Art. 10) L'esclusione dalla Associazione avviene per ritiro, per mancata osservanza delle norrne contenute nel precente Statuto e per decesso .

Art. 11 ) Per le cariche sociali non sono previste remunerazioni.

Art. 12) L'Assemblea generale è convocata dal Consiglio di Amministrazione almeno una volta all'anno entro i 31 dicembre di ogni anno sociale. E' presieduta dal Presidente del Consiglio di Ammunistrazione, assistito dal Segretario, e viene convocata tramite avviso ai capi famiglia o tramite avvisi esposti nelle vie del Quartiere.

Art. 13) Le deliberazioni dell'Assemblea generale sono valide se prese a maggioranza di voti dei presenti. Per le modifiche dell'atto costitutivo e del presente Statuto, tuttavia, occorre il voto favorevole di almeno 3/4 (tre quarti) dei presenti in Assemblea. Ogni socio ha diritto ad un voto non delegabile.

Art. 14) Le riunioni del Consiglio e del Direttivo sono presiedute dal Presidente coadiuvato dal Segretario e sono valide con la presenza della metà più uno dei membri e col voto favorevole della maggioranza dei presenti a parità di voti prevale il voto del Presidente. Il Consiglio e il Direttivo possono servirsi di collaboratori per trattare in modo più esauriente gli argomenti all'ordine del giorno.

Art. 15) Il Consiglio e il Direttivo hanno il compito di coordinare e dare corso alle iniziative proposte dall'Assemblea Generale .

Art. 16) Il presidente del Consiglio di Amministrazione rappresenta l'Associazione. Egli può in caso di necessità prendere decisioni, che dovranno essere comunque ratificate dal Direttivo.

Art. 17) Il Vice Presidente ha il compito di sostituire il Presidente in caso di suo impedimento o di sue dimissioni; in caso di dimissioni del Presidente il Direttivo deve eleggerne un altro entro 30 (trenta) giorni.

Art. 18) Il Segretario dà esecuzione alle delibere di Consiglio e del Direttivo, redige i verbali di riunione e provvede al normale andamento sociale. I verbali devono essere sottoscritti dal Segretario e dal Presidente.

Art. 19) Il Tesoriere si incarica della tenuta dei libri contabili, della esazione delle entrate e del pagamento delle spese su mandato del Direttivo e della redazione del bilancio di esercizio.

Art. 20) Il Comitato di quartiere si doterà di uno stemma, approvato dal Consiglio. Tale stemma potrà essere utilizzato come GONFALONE nei documenti ufficiali del Comitato e come bandiera di zona.

 

Questo sito utilizza i cookie tecnici e tecnologie simili per migliorare la navigazione. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni vai su http://www.quartierelafilanda.it/notizie-mainmenu-48/130-cookie.html Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla privacy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information